Gli italiani acquistano sempre di più on line: l'e-commerce raddoppia. | Tuttoconsumatori - CNCU

 
19.05.2016

Gli italiani acquistano sempre di più on line: l'e-commerce raddoppia.

L’eCommerce convince 18,8 milioni di italiani: tanti sono infatti gli acquirenti on line negli ultimi 3 mesi, un numero raddoppiato in 5 anni. Fra questi, 12,8 milioni sono acquirenti abituali e ricorrono al web per gli acquisti almeno una volta al mese: sono loro a generare il 90% del valore degli acquisti online nel nostro Paese.
Questo è quanto emerge dall’indagine 'Net Retail: Il ruolo del digitale negli acquisti degli italiani', una ricerca di Netcomm e PayPal svolta da Human Highway e presentata nel corso della XI edizione del Netcomm eCommerce Forum, il maggiore evento italiano dedicato alla filiera del commercio elettronico, che per la prima volta si snoda attraverso due giornate con le testimonianze più rilevanti in materia di digital transformation.
La particolarità del consumatore italiano è l'approccio sempre più multicanale, con un’incidenza degli ordini effettuati da dispositivo mobile sul totale degli acquisti online.

Nello spazio di 5 anni siamo passati da 9 milioni di acquirenti online a oltre 18 milioni. Un raddoppio della domanda che deve far riflettere a fondo le imprese", commenta Roberto Liscia, presidente di Netcomm, che aggiunge: "Nel primo trimestre di quest’anno la percentuale degli acquisti originati da dispositivo mobile è stata del 21%, di cui circa la metà su un sito web e l’altra metà via app, sottolineando la crescente ascesa della cosiddetta app-economy".
"Circa 4 milioni di consumatori italiani, infatti, hanno fatto un acquisto -ricorda ancora Liscia- tramite app; di questi, 3 milioni hanno acquistato da smartphone e 1 milione attraverso il tablet. Inoltre, vale la pena sottolineare che se con l’eCommerce i negozi sono andati online, quello che stiamo vivendo in questo momento è un ulteriore salto evolutivo del settore, con l’ingresso del digitale all’interno del punto vendita fisico".
"L’acquirente digitale -spiega il presidente di Netcomm- potrebbe voler essere riconosciuto quando entra in un negozio, avere uno scaffale virtuale con i prodotti di proprio interesse, individuati sulla base degli acquisti precedenti, sapere come i propri contatti social li recensiscono, godere di promozioni personalizzate, essere invitato a navigare nel negozio da strumenti di micro-localizzazione e pagare con un clic”.

Cosa si acquista in rete? La spesa media degli acquisti di servizi e beni digitali è superiore rispetto a quella per i prodotti fisici, tale per cui il valore degli acquisti per categoria disegna una distribuzione concentrata in poche categorie: a primeggiare sono i prodotti di viaggi e turismo, seguiti da elettronica, servizi assicurativi, abbigliamento e accessori.
Il 55,6% del valore degli acquisti online rilevati a febbraio 2016 è generato da prodotti e il 44,4% da servizi di beni digitali. Le categorie che mostrano la crescita relativa più forte nell’ultimo anno sono i prodotti alimentari, le calzature, i cosmetici e prodotti di salute e benessere. Un buon trend anche per Soggiorni di vacanza, Smartphone e Arredamento.